LA STORIA DELL’INTERIOR DESIGNER
LEGGI TUTTE LE NOVITA'

Vvd Vincent Van Duysen : Vita E Opere

Architetto o interior designer? È difficile affibbiare una singola etichetta a Vincent Van Duysen, capace di racchiudere queste due passioni e funzioni in un’unica figura.

Formatosi grazie agli studi architettonici svolti in Belgio, suo Paese natale, VVD è poi sbarcato nel mondo dell’interior design facendo tesoro di quanto appreso negli anni accademici per sviluppare un rapporto intenso tra queste due professioni che viene poi rispecchiato nei suoi progetti, tutti sviluppati in base alla consapevolezza del legame tra spazio interno e spazio esterno.

 

LA STORIA DI VINCENT VAN DUYSEN

Nato in Belgio nel 1962, precisamente a Lokeren, Vincent Van Duysen si è laureato nel suo Paese natale, alla Scuola di Architettura Sint-Lucas di Gand, prima di entrare nel mondo dell’interior design attraverso le collaborazioni con Aldo Cibic, a Milano, e con il decoratore Jean de Meulder ad Anversa.

Queste prime esperienze furono il preludio della nascita, avvenuta nel 1989, della Vincent Van Duysen Architects, lo studio che oggi può contare su 30 collaboratori e che è dietro il design dei prodotti di svariati marchi noti in tutto il mondo, oltre a sviluppare progetti architettonici commerciali e su larga scala in Europa, Medio Oriente, Stati Uniti ed Asia, con particolare attenzione al mondo delle abitazioni di lusso.

A testimonianza del riconoscimento del lavoro di Van Duysen sono poi arrivati vari premi, tra cui quello di Designer belga dell’anno, e incarichi prestigiosi: dal 2016 diventa direttore creativo dei brand Molteni&C e Dada, contribuendo a cambiarne l’immagine a livello globale non solo attraverso il lancio di nuovi prodotti, ma anche dando un design unico ai flagship store delle due aziende. 

 

OPERE, INTERIOR DESIGNER VINCENT VAN DUYSEN

Funzionalità, resistenza e comfort sono tre aspetti chiave che Vincent Van Duysen cerca costantemente di proporre all’interno delle sue opere, sempre caratterizzate da una grande essenzialità che punta a rendere gli oggetti senza tempo, anziché strizzare l’occhio alle mode e ai trend del momento, anche grazie all’uso sapiente di materiali puri e tattili.

Dai lavori di Van Duysen emerge il profondo rapporto tra l’architettura e il design di interni che contraddistingue l’autore. Che si tratti di arredi o complementi, infatti, gli oggetti non sono semplicemente pensati nella forma, ma mostrano anche una percezione dello spazio interno che si lega strettamente all’architettura esterna.

A guidare i progetti dell’interior designer, inoltre, sono i sensi ed un’esperienza fisica dello spazio, dei materiali e dell’illuminazione, che mette sempre al centro l’integrità dell’utente finale.

 

INTERSECTION TUTTE LE CARATTERISTICHE

Tra i progetti realizzati da Van Duysen c’è Intersection per Dada, una cucina dal grande carattere espressivo che punta forte sui dettagli raffinati che mettono in evidenza l’eccellente abilità nel lavorare i materiali da parte dell’azienda del Gruppo Molteni.

Le varie superfici si intersecano tra loro creando giochi di luci e ombre. I piani di lavoro in pietra naturale Breccia Capraia si alternano armoniosamente alle venature del legno che caratterizzano il top del piano snack, un avvicendamento di materiali diversi che richiama uno dei capolavori del maestro Carlo Scarpa, ovvero il Querini Stampalia Palace di Venezia, fonte d’ispirazione di Van Duysen proprio per l’utilizzo magistrale di marmo, pietra, ceramica, legno e metallo, capaci di convivere in unico ambiente, sofisticato ma splendido.

Anche l’uso delle composizioni geometriche fatto da Piet Mondrian, fondatore del Neoplasticismo (movimento noto anche come de Stijl), ha guidato VVD nella realizzazione di Intersection, che mira  proprio ad ottenere geometrie rigorose dall’incrocio delle sue essenze.

Gli utenti possono inoltre godere di un alto livello di personalizzazione, che permette di scegliere tra un’ampia gamma di composizioni lineari, ad isola o angolari. Tra gli elementi di spicco del progetto c’è l’inedito disegno del top, che vanta uno spessore di 50 millimetri ed è stato realizzato cone un dettaglio scultoreo, con una “gola” nella sua parte inferiore che rende possibile l’apertura di ante e cassetti senza la necessità di maniglie.

Per lo stesso Van Duysen, Intersection è “un progetto che gioca con le proporzioni, spessori e un mix di raffinati materiali”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE

Impreziosisci i tuoi spazi con il design!

Chiamaci al +39 02 76020334
oppure scrivici ed invia una planimetria.

Un nostro designer ti guiderà nelle scelte.